COMUNE BOLOGNA. CARONNA: NO DRAMMI, MA PEOPLE MOVER ERA NEI PATTI

“TROVARE SINTESI E FARE”; “FASE NUOVA, ALLEANZE IN DISCUSSIONE”

(DIRE) Bologna, 28 nov. – Certo ne ha viste di peggio in Comune a Bologna Salvatore Caronna, eurodeputato Pd ed ex segretario provinciale dei Ds, come quando a Palazzo D’Accursio si scontravano l’allora sindaco Sergio Cofferati e la cosiddetta Altra Sinistra, con tanto di minacce di far saltare la maggioranza in Consiglio comunale. Forse anche per questo, Caronna invita oggi a non fare drammi per le tensioni scoppiate tra Pd e Sel in Comune. “Se la discussione serve a chiarire dubbi e zone d’ombra, non sarei preoccupato- avverte l’europarlamentare Pd a Radio Tau- ma a un certo punto bisogna stringere e cominciare a realizzare qualcosa”. Il riferimento e’ al People mover, terreno di scontro in questi giorni nel centrosinistra (oggi esteso anche alla fusione Atc-Fer).

“Mi sembra normale ci siano discussioni per chiarire i dubbi – ribadisce Caronna – ma il People mover era nel programma e chi ha votato Merola sapeva che quella era una priorita’”. L’ex segretario regionale del Pd lancia poi un secondo ammonimento, rivolto piu’ in generale alle forze politiche in campo. “Bisogna rendersi conto che, con la caduta di Berlusconi e l’arrivo del Governo Monti, e’ finito un ciclo politico – sostiene Caronna – si e’ aperta una nuova fase, che mette in discussione tutto il sistema politico”. In sostanza, prevede l’eurodeputato Pd, “ci avviamo verso una fase di rimescolamento e ristrutturazione del sistema politico, dei singoli partiti e anche delle alleanze”. In parole povere, sembra allertare Caronna, la fotografia di Vasto con la stretta di mano tra Bersani, Vendola e Di Pietro pare sbiadirsi, soprattutto in prospettiva futura. “Vedo questo percorso molto chiaramente sia a livello nazionale che a livello europeo- insiste Caronna- ma avra’ ricadute anche a livello locale”.

Caronna da’ comunque un giudizio positivo sui primi sei mesi di mandato della Giunta Merola. “Non mi sembra abbia fatto cose sbagliate finora, il che non e’ irrilevante – sottolinea l’eurodeputato Pd – credo che abbiano iniziato a fare quello che si poteva fare e stanno impostando alcune cose, nonostante la situazione difficile degli enti locali”. In ogni caso, aggiunge Caronna, “fare bilanci dopo pochi mesi e’ ridicolo: il vero bilancio si fa alla fine”.

Caronna invita comunque a “trovare una sintesi” dei vari punti di vista in campo e arrivare a “fare” concretamente. Del resto, sostiene l’eurodeputato Pd, e’ proprio sulle infrastrutture che bisogna puntare per ridare respiro all’Italia. “La leva da usare per la crescita del Paese e’ far ripartire le infrastrutture – afferma Caronna – togliendo i vincoli del Patto di stabilita’ e dando maggiori risorse agli enti locali”.

(San/ Dire)

Annunci

, ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: