EPIFANIA DI PIAZZE A BOLOGNA

Due incontri distinti per forma e sostanza si sono svolti questa mattina tra Piazza Maggiore e Piazza di Porta Ravegnana. Davanti a Palazzo d’Accursio, si è riunito il Comitato No People Mover, mentre sotto le due Torri, bambini e genitori assistevano allo spettacolo di burattini promosso dall’Onlus “Gli Amici di Luca” con il patrocinio del quotidiano bolognese “il Resto del Carlino”

di Francesco Montori

Quattro imponenti palloni a mezz’aria, uno striscione gonfiato dal vento come la vela di una caravella e due persone a governarne le oscillazioni con due grossi fili. “Impazzimento del clima: a Milano appassiscono i Penati, a Bologna fioriscono i Peri e…gli Errani”. I cittadini del Comitato No Peolple Mover tornano all’attacco durante l’epifania. A Natale, avevano messo un pacco sotto l’abete in Piazza Nettuno, con la scritta: “Il regalo del Comune alla Ccc (Consorzio Cooperative Costruzioni, n.d.r.): un ‘pacco’ per i Bolognesi”. Sottolineando, così, la loro convinzione che il People Mover sia uno spreco di denaro pubblico. La battaglia contro la monorotaia, che dovrebbe collegare la Stazione all’aeroporto Marconi, non cessa neppure durante le festività. Ma se l’ironico pacco regalo era un’innocua provocazione, lo striscione di stamattina può esserlo meno per via degli accostamenti fatti. Il deputato del Pd, Filippo Penati, è stato accusato di corruzione nella vicenda dell’area Falck di Sesto San Giovanni a Milano, creando imbarazzo per il leader della coalizione di centro-sinistra, Pier Luigi Bersani. Alfredo Peri, invece, è l’assessore regionale ai Trasporti che ha ribadito più volte l’utilità del People Mover, mentre Vasco Errani è il Governatore della regione Emilia-Romagna, preso in causa dal Comitato per lo stanziamento di 27 milioni di euro dei fondi FAS (fondi per le aree sottoutilizzate) per la realizzazione dell’opera. E oltre allo striscione davanti a Palazzo d’Accursio, è stato anche depositato del carbone davanti all’entrata, ma senza l’intervento della Befana a cavallo di una scopa. Mentre sotto le due Torri, in Piazza di Porta Ravegnana, la Befana è realmente arrivata sul calesse trainato dalla somara Bianchina. Molti genitori e altrettanti bambini hanno assistito all’arrivo dell’anziana più famosa d’Italia e allo spettacolo di burattini della Compagnia “Nasinsu”. L’incontro fa parte di una serie di appuntamenti che si sono svolti in giro per la città e che hanno interessato, il 4 gennaio, l’Ospedale Maggiore, ieri, la “Casa dei Risvegli Luca De Nigris”, mentre oggi pomeriggio alle 16, al Cinema Teatro Galliera, si terrà lo spettacolo “L’Apprendista Befana”. Stamattina erano presenti diversi volontari della Onlus Gli amici di Luca, nata nel 1997 dalla volontà di Fulvio De Nigris e Maria Vaccari per provvedere alle cure del figlio Luca, entrato in coma a 15 anni e fautori, dopo la scomparsa del figlio, dell’apertura di un centro per persone con esiti di coma qui a Bologna.

(da Alma Radio http://www.almaradio.it)

Annunci

, , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: