People Mover, comitati pronti a bloccarlo – Manifestazione dei “No Tav” in stazione

da L’Informazione on line del 16 febbrai 2012

Ci sono almeno 100 persone pronte a manifestare per bloccare i cantieri del People mover: sono decise a mettere in atto una “interposizione fisica ma pacifica, gandhiana”, come spiega il presidente dei Verdi, Filippo Bortolini. C’era gia’ un gruppo di 30-40 persone che si erano date disponibili per andare a manifestare nel giorno dell’avvio dei lavori per la realizzazione della monorotaia stazione-aeroporto, ma ieri sera, all’assemblea al Baraccano del comitato No People mover, sono stati raccolti almeno altri 60 nomi. Le persone hanno lasciato i loro riferimenti, chiedendo di essere richiamate quando ci sara’ da andare a bloccare i cantieri. E la richiesta di altre adesioni ora andra’ avanti: tramite blog, social network, e incontri nei quartieri che saranno attraversati dall’opera, cioe’ Borgo Panigale e Navile. “Organizzeremo gli incontri nei quartieri- spiega Bortolini alla ‘Dire’- perche’ siamo stati contattati da alcuni cittadini che hanno gia’ iniziato a ricevere informazioni relative a espropri o al passaggio dell’infrastruttura vicino alla loro casa. Ma ci sembra, ed e’ una delle cose drammatiche di questa vicenda, che la stragrande maggioranza della gente non sappia nulla di quello che succedera’, del fatto che una manorotaia potrebbe passargli davanti alla finestra del bagno di casa… Per cui, vogliamo informare i cittadini”. Intanto si reclutano volontari per fermare i cantieri. Ieri sera, al Baraccano, racconta ancora Bortolini, c’era un centinaio di persone: “Abbiamo fatto un riepilogo della situazione ed espresso un’ulteriore condanna per l’approvazione del progetto esecutivo del People mover. Quello che e’ stato approvato e’ una conferma dei nostri dubbi sui costi, la capienza e l’impatto ambientale” dell’opera.

Oggi intanto è andata in scena una protesta dei “No Tav” di circa mezz’ora in Stazione, dove gli attivisti hanno occupato simbolicamente la sala Club Eurostar. Una ventina di manifestanti, in gran parte appartenenti a collettivi cittadini, sono entrati in stazione poco prima delle 16 con uno striscione contro la Tav in Val Susa (rilanciando la manifestazione in programma il 25 febbraio), e anche cartelli contro il People Mover e a favore del ripristino dei treni notturni. Dopo avere sfilato nell’atrio centrale con un megafono e occupato brevemente la sala d’attesa del Club Eurostar, la protesta si è conclusa. Sono intervenuti agenti della Polfer e della Digos.

Annunci

, , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: