La controffensiva di CCC sul People Mover

A seguire l’articolo di Olivio Romanini dedicato alla vicenda del People Mover pubblicato oggi dal Corriere di Bologna.

People mover, la controffensiva. I tre gestori ricorrono al Tar

Presentato il piano economico finanziario. «Se il tribunale ci dà ragione possiamo partire entro l’anno». Ccc, Tper e Marconi Express contro l’Autorità sugli appalti

Il People mover, la monorotaria destinata a collegare velocemente stazione e aeroporto e che sembrava finita nel cimitero virtuale piuttosto affollato delle opere mai nate in città, torna in campo. Non era mai stata archiviata ufficialmente ma la Via Crucis tecnica e giuridica e la crescente opposizione politica, facevano ormai pensare a una sorta di autoconsunzione
del progetto. E invece ieri sono state portate a termine due operazioni che indicano la volontà di procedere rapidamente alla realizzazione dell’infrastruttura. La società che lo dovrebbe gestire, la Marconi Express, Tper e Ccc hanno deciso di impugnare con tre ricorsi diversi al Tar del Lazio la delibera dell’Autorità di vigilanza sugli appalti pubblici che un mese fa ha bocciato il contratto per la realizzazione e la gestione del People mover. Ieri il presidente del Ccc (consorzio cooperative costruzioni), Piero Collina, ha spiegato all’agenzia Dire le ragioni del ricorso: «Siamo convinti della validità e della correttezza del nostro operato, anche rispetto all’alleanza stabilita a suo tempo con Atc, oggi Tper». I tre ricorrenti hanno sollecitato una valutazione nel merito urgente visto l’interesse pubblico della vicenda e sperano ora in una pronuncia in tempi stretti. Tra le varie prescrizioni dell’Authority c’è anche l’obbligo per il Ccc di restare nella compagine societaria del Marconi Express fino al termine della concessione. «La normativa — ribatte invece Collina — non dice che l’impresa di costruzioni deve rimanere vita natural durante ma che al momento del collaudo può uscire». Il punto chiave però per rispondere alle preoccupazioni del Comune e dell’Authority è quello di ridurre la quota di partecipazione e dunque di esposizione di Tper, il socio pubblico. «C’è già un accordo — spiega ancora Collina — perché la quota di Tper non vada mai oltre il 25%. La verità è che c’è una polemica politica condita con aspetti economici non condivisibili. L’opera non produrrà danni alle casse dell’amministrazione, anzi lo sviluppo dell’attività dell’aeroporto porterà benefici. Diversi studi di fattibilità definiscono il progetto sicuro sul piano della reddittività e poi le banche non parteciperebbero se non prevedessero un ritorno economico».
L’altra novità di ieri è rappresentata dal fatto che Marconi Express ha consegnato al Comune il piano economico. La presidente della società, Rita Finzi ha spiegato al Corriere che il piano non contiene particolari novità ma che recepisce la richiesta di allungamento della concessione alla società gestrice da 35 a 40 anni e l’aumento della tariffa per la corsa che viene portata a 7 euro e 50 centesimi. Il problema appunto non è tanto il piano ma la modifica dei patti parasociali per venire incontro all’esigenza del Comune di diminuire la quota del pubblico. Anche su questo però, spiega sempre Finzi, la quadra è stata trovata perché dentro il capitale entrerebbero fondi di investimento. Condizionale d’obbligo perché resta il tema del ricorso al Tar dopo la pronuncia negativa dell’Authority. «Se ci fosse una decisione favorevole — spiega Finzi — l’opera potrebbe partire entro l’anno». Resta poi da capire quanta volontà politica ci sia per andare avanti. Ma questa è un’altra storia.

Annunci

, , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: