Il Comune di Bologna non è una discarica come non lo era la Rocca di Galliera

Comunicato stampa del Comitato No People Mover – sabato 14 giugno 2014

Il Comune di Bologna non è una discarica come non lo era la Rocca di Galliera

Lunedì 9 giugno 2014 il Comitato No People Mover si è presentato a Palazzo d’Accursio per protestare contro l’ottusità della Giunta comunale che si ostina a voler realizzare la monorotaia sopraelevata tra Stazione e Aeroporto, incurante di tutti gli elementi tecnico-trasportistici e legali
(compresa una delibera dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici) che evidenziano come il People Mover sia solo il pretesto per un inutile e dannoso spreco di denaro pubblico.

La nostra azione è stata una denuncia – del tutto non violenta – del malaffare al quale anche il Comune di Bologna si va purtroppo piegando.

La CCC, nonostante sia un’azienda spesso coinvolta in ipotesi corruttive (si vedano ad esempio i casi di Civis, People Mover e Policlinico di
Modena), continua a fare affari e a battere cassa anche oggi a Bologna grazie ai cantieri del Crealis in Strada Maggiore, inaugurati proprio lunedì 9 giugno con gravi disagi ai cittadini.

La protesta del Comitato No People Mover di lunedì scorso è stata volutamente concepita come citazione ‘colta’ dell’antica battaglia della Rocca di Galliera, ricordata tra gli altri
da Fausto Carpani (http://www.bulgnais.com/mp3/La_Rocca_Merdata.mp3) e da Dario Fo nel suo ‘Fabulazzo Osceno’ recitato in città in occasione dell’inaugurazione dell’Arena del Sole (si veda l’allegato articolo di Repubblica).

Con lo stesso spirito con cui il popolo di Bologna combatté e vinse una guerra senza violenza contro i potenti e arroganti papalini, ci siamo limitati a segnalare a chi siede in Consiglio comunale che la storia dello stallatico potrebbe ripetersi.

Il Sindaco Merola e l’Assessore Colombo hanno dimostrato una volta di più di non avere lo spessore intellettuale e morale per opporsi a questo sistema di grandi opere inutili  che dissangua le casse pubbliche, carica montagne di debito pubblico occulto sulle spalle delle nuove generazioni di cittadini e lascia danni indelebili sul territorio. La loro arroganza discende dalla convinzione di non essere politicamente e penalmente sanzionabili, ma così non sarà perché gli eventi di questi ultimi giorni dimostrano che chiunque è ‘sacrificabile’ all’interno del PD in nome delle superiori esigenze di immagine del Segretario-Presidente del Consiglio.

Così come il Procuratore Giovannini ha affermato giustamente che Palazzo d’Accursio non è una discarica, noi diciamo che non lo era neppure la Rocca di Galliera e gli ricordiamo che i cittadini bolognesi attendono invano da molti mesi che, dopo il rinvio a giudizio, venga anche calendarizzato il procedimento a carico degli otto indagati per le irregolarità compiute con riferimento alla gara di concessione del People Mover. Dare la possibilità al malaffare di cavarsela con una prescrizione sarebbe un’ingiustizia intollerabile per Bologna.

fabulazzo osceno

Annunci

, , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: