Bonaccini: «Il People Mover per quanto ci riguarda è una priorità assoluta»

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/economia/2015/16-marzo-2015/sola-societa-le-fiere-regione-pubblici-privati-serve-accordo-2301117691499.shtml

«Una sola società per le fiere in regione. Pubblici e privati, serve un accordo»

Bonaccini: «Solo così possiamo competere»

di Francesco Rosano

Presidente Bonaccini, il numero uno di BolognaFiere Duccio Campagnoli chiede che la Regione investa delle risorse nello sviluppo della fiera: contate di farlo? Quando e quanto impegnerete per via Michelino?
«L’impegno della Regione per il sostegno e lo sviluppo della Fiera non è mai stato messo in discussione, nè lo sarà in futuro. È evidente, quindi, che le sollecitazioni di BolognaFiere troveranno nella Regione un interlocutore disponibile. Il sistema fieristico per noi andrà riorganizzato sul modello di un’unica società di gestione ed è indicato come uno dei punti di forza per la competizione globale nel nostro programma di mandato. E proprio a questo stiamo lavorando e lavoreremo».
Parliamo di azionariato della fiera. La Camera di commercio sta addirittura pensando di vendere la sue quote, voi come Regione che farete con le vostre?
«La Camera di Commercio ha smentito questa ipotesi. E posso assicurare che non ci sarà nessun passo indietro neanche da parte nostra, anzi. D’altro canto sarebbe miope un atteggiamento di distacco — a maggior ragione in questo periodo in cui si cominciano a vedere i primi segnali di ripresa – dato che il sistema fieristico è strategico per l’internazionalizzazione del nostro sistema produttivo».
Quale sarà il rapporto tra la fiera di Bologna e le altre fiere?
«Un ruolo di capofila, di coordinamento, all’interno di una riorganizzazione del modello su base regionale. I dati parlano chiaro: L’Emilia-Romagna con circa il 23% del totale nazionale, rappresenta la seconda regione fieristica italiana, alle spalle della sola Lombardia, con 4 fiere internazionali nel 2013 e 47 nel 2014. E in questo panorama, BolognaFiere, ad oggi, è il secondo centro fieristico italiano, ed è tra i primi 25 nel mondo. Da qui bisogna partire per concretizzare una piattaforma fieristica regionale che veda Bologna centrale nella collaborazione, e non nella competizione, tra territori. Se Parma, Bologna e Rimini collaborano assieme non siamo e non saremo secondo a nessuno».
Sia Gianpiero Calzolari che Alberto Vacchi considerano troppe 9 fiere per una regione come questa. Voi avete parlato di un coordinamento, ma è ipotizzabile che un expò venga chiuso prossimamente?
«Il punto centrale non è “quanti quartieri fieristici” ci siano sul territorio, è più importante concentrarsi sugli obiettivi finali, quelli che garantiscono il vantaggio competitivo per tutto il territorio regionale, e questo è rappresentato senza ombra di dubbio dalle fiere internazionali. Poi è vero, occorre una razionalizzazione del sistema fieristico, del resto già iniziato con la legge del 2008. Nel 2014 sono state 47 le fiere internazionali in Emilia- Romagna, un numero davvero importante. E vorrei rilevare che la fiera di Milano sta aumentando la sua capacita attrattiva anche per i nostri distretti produttivi, dopo i grandi investimenti degli ultimi anni e la valorizzazione che sarà fatta con Expo 2015. Ecco perché serve agire rapidamente e la via vincente è quella dell’aggregazione, con l’accordo delle parti pubbliche e private. Il nostro unico obiettivo è creare uno strumento davvero competitivo a livello internazionale, in grado di valorizzare i nostri marchi e di far parte delle grandi reti fieristiche internazionali, alla pari delle grandi fiere europee».
Tra i punti di debolezza resta la mancanza di un collegamento veloce, come il People mover fino alla fiera. Il vicepresidente di via Michelino dice che bisogna fare in fretta. Si farà? E quando?
«Chiariamo definitivamente una cosa: il People Mover, che collegherebbe l’aeroporto alla stazione centrale, per quanto ci riguarda è assoluta priorità, per garantire un sistema intermodale moderno ed efficace. Siamo pronti ad investire subito le risorse necessarie, così come successivamente sul Sistema Ferroviario Metropolitano».

Annunci

, , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: