People Mover, al via il processo per turbativa d’asta

http://www.radiocittafujiko.it/news/people-mover-al-via-il-processo-per-turbativa-d-asta

People Mover, al via il processo per turbativa d’asta

La prima udienza del processo per la gara dell’opera che si ritiene pilotata

di Alessandro Canella

Al via il processo sulla gara per la monorotaia che per l’accusa è stata pilotata per far vincere il Ccc. Sul banco degli imputati, tra gli altri, l’ex sindaco Delbono, l’ex presidente di Atc Sutti e Collina del consorzio delle cooperative. I No People Mover si costituiscono parte civile e stroncano il piano ecosostenibile dell’aeroporto presentato ieri: “Maquillage pubblicitario”.

È cominciato questa mattina il processo relativo alla gara d’appalto per il People Mover, la monorotaia sopraelevata che dovrebbe collegare aeroporto e stazione. A processo vanno l’ex sindaco di Bologna Flavio Delbono, l’ex assessore al Bilancio Villiam Rossi, l’ex presidente Atc (ora Tper) Francesco Sutti, i funzionari del Comune Patrizia Bartolini, Francesca Bruni e Cleto Carlini e Piero Collina, presidente del Consorzio Cooperative Costruzioni.
I capi di imputazione su cui si regge l’accusa sono la turbativa d’asta e l’abuso d’ufficio. Il Comune, infatti, avrebbe pilotato la gara costruendo il bando su misura per chi l’ha vinto, ovvero il Ccc.

A presenziare alla prima udienza, quest’oggi, c’era il Comitato No People Mover, che da anni si batte contro quest’opera, definita inutile e dannosa.
“Quando il giudice ha chiesto se qualcuno aveva intenzione di costituirsi parte civile nel processo – racconta Lorenzo Alberghini del comitato – purtroppo c’è stato il grosso silenzio delle istituzioni. Per fortuna c’eravamo noi, che abbiamo depositato l’istanza per la costituzione di parte civile“.
Alberghini assimila il processo sul People Mover agli tanti scandali giudiziari in giro per l’Italia e lamenta come nella nostra città la vicenda non faccia tanto rumore.

Processo a parte, nei giorni scorsi si è registrata un tentativo di accelerata sull’opera, con la Regione che ha sganciato 20 milioni di euro per rassicurare le banche, l’Aeroporto che ha promesso 4 milioni di euro per l’avvio dei lavori (pur non volendo entrare nella società) e un diffuso ottimismo sullo sblocco della situazione.
Difficile dire se il processo, che ha preso avvio quest’oggi, possa portare ad una verità giudiziaria che, in caso di condanna, condizionerebbe non poco la legittimità del progetto.

Giusto ieri, inoltre, l’aeroporto ha presentato un piano per rendere lo scalo bolognese più ecosostenibile, con la creazione di un bosco di 89 ettari, la realizzazione di due piste ciclabili e interventi di efficientamento energetico.
Un piano che i No People Mover definiscono “ridicolo” e un tentativo di “maquillage pubblicitario”. “Consideriamo che la monorotaia – osserva Alberghini – produrrebbe nuova cementificazione con l’innalzamento di 200 piloni, mentre a poca distanza c’è già la stazione del Servizio Ferroviario Metropolitano”.

Ascolta l’intervista a Lorenzo Alberghini del Comitato No People Mover:

http://manage.radiocittafujiko.bedita.net/files/9a/87/PeopleMover_LorenzoAlberghini-1.mp3

Annunci

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: