People Mover, via ai lavori: “Primi passeggeri nel 2019”. Il comitato: “Blocchiamo i cantieri”

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2015/10/31/news/people_mover_si_parte_primi_passeggeri_nel_2019_il_comitato_blocchiamo_i_cantieri_-126319284/

People Mover, via ai lavori: “Primi passeggeri nel 2019”. Il comitato: “Blocchiamo i cantieri”

Presentato oggi il progetto per la costruzione della monorotaia. Esulta il governatore Bonaccini. Sel: “L’opera può essere fermata”

L’attesa sembra essere davvero finita. Partono (ufficialmente) oggi i lavori per la realizzazione del People mover, la monorotaia veloce che collegherà aeroporto e stazione di Bologna. Le attività propedeutiche sono già state avviate e riguardano l’acquisizione delle aree, la picchettatura e la bonifica degli ordigni bellici. Il cantiere apre oggi al Marconi e contemporaneamente in altri sei punti fino all’area Lazzaretto. Ieri infatti Marconi express, la società che realizzerà e gestirà l’opera, ha preso in consegna le aree e quindi, di fatto, il cantiere è partito. I lavori saranno completati in 36 mesi, entro ottobre 2018. Seguiranno quattro o cinque mesi di pre-esercizio, prima di aprire al pubblico nel 2019. Ad annunciarlo oggi in conferenza stampa il sindaco Virginio Merola insieme all’assessore alla Mobilità del Comune, Andrea Colombo, all’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini, e alla presidente di Marconi express, Rita Finzi.

“Pronti a bloccare i lavori”. E il comitato contrario alla monorotaia parte all’attacco.  “Faremo iniziative per bloccare i cantieri”, assicura Andrea Tesini del comitato No People Mover. Il comitato, insieme agli esponenti della Coalizione civica, ha organizzato l’inaugurazione simbolica della stazione aeroporto del servizio ferroviario metropolitano a Borgo Panigale, in via Bencivenni: una cerimonia ai bordi della strada, attaccando al muro il finto cartello blu col nome della stazione. L’edificio in realtà è già stato costruito negli anni scorsi, spendendo circa 3,5 milioni di euro, ma è stato lasciato al grezzo: ci sono le fondazioni delle pensiline, i sottopassi, i vani ascensore e le scale, sia sulla linea per Verona sia sul lato per Milano. Ma nulla più e l’edificio è irraggiungibile. “I treni passano ogni 15 minuti, senza fermarsi – sottolineano gli attivisti del Comitato – la stazione è soli 800 metri dal nuovo terminal dell’aeroporto, dove invece il People Mover non arriva. E dei 15 milioni che investe il Marconi, otto servono per collegare la monorotaia all’aeroporto scavando un tunnel sottoterra” per bypassare un’area militare che non può essere attraversata. “È un’insensatezza”.

E Bonaccini brinda. ll presidente della Regione, Stefano Bonaccini, brinda all’avvio dei lavori. “E’ una delle priorità del nostro mandato, ci abbiamo sempre creduto e facciamo la nostra parte”. La regione ha finanziato con 27 milioni di euro la monorotaia. “Parliamo di un’opera che assicurerà una competitività straordinaria alla città”.

Sel gela Merola. Secondo Sel, tuttavia, non è ancora detta l’ultima parola sulla possibilità di fermare il People Mover (per via giudiziaria). La capogruppo a Palazzo d’Accursio, Cathy La Torre, invita il sindaco a non cantar vittoria perché sulla monorotaia “pende una ipotesi di turbativa d’asta che, se venisse accertata, renderebbe annullabile il contratto”. E questo il sindaco lo dovrebbe “spiegare alla città (che ti ha votato)”.

Annunci

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: