Ferrovie e filobus, 330 milioni per migliorare i trasporti a Bologna

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2016/05/02/news/cipe_sfm_bologna-138915545/

Ferrovie e filobus, 330 milioni per migliorare i trasporti a Bologna

Fondi per due terzi a carico dello Stato: più fermate del sistema ferroviario metropolitano, più linee filoviarie, che raggiungeranno quota 125 km

BOLOGNA, 2 maggio 2016 – Via libera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) al progetto definitivo del sistema di trasporto pubblico integrato di Bologna, ovvero al completamento del Servizio ferroviario metropolitano e alla filoviarizzazione delle linee principali di bus. Una partita per complessivi 332 milioni di euro, di cui 236 a carico dello Stato e i restanti a carico di Regione, Comune di Bologna, Tper e Rfi.

ll progetto, anche in ottica metropolitana, prevede una “sinergia” fra il sistema ferroviario e quello filoviario. Prevede il competamento e potenziamento del Sfm, con “la realizzazione delle fermate interne al Comune di Bologna ancora mancanti”,  l’acquisto di nuovo materiale rotabile e “l’ulteriore sviluppo e completamento del sistema filoviario esistente, puntando sull’integrazione dello stesso con la rete ferroviaria”garantendo così “un sistema diffuso di collegamenti su mezzo pubblico ad alimentazione elettrica, che permetteranno di ottenere importanti risultati in termini di diminuzione della congestione veicolare, dell’inquinamento atmosferico e acustico”

Per quanto riguarda il servizio ferroviario metropolitano sono da realizzare le fermate di Prati di Caprara e Zanardi; da completare quelle di Borgo Panigale-Scala e San Vitale-Rimesse; da adeguare quelle di San Ruffillo e Fiera “per una maggiore accessibilità”. Oltre a questi interventi sulle stazioni è previsto anche l’acquisto di 19 nuovi convogli ferroviari per garantire la frequenza e la capacità previste dal sistema.

Per quanto riguarda invece il trasporto urbano su strada, si amplierà il numero di linee filoviarie urbane fino a raggiungere 125 km di estensione: non solo dunque la 13, la 14 e la 32-33 (la circolare); saranno interessate dal progetto la attuale linea 19, ramo ovest, con collegamento con la fermata Sfm di Casteldebole; la 27 ramo nord-Corticella; la 20 ramo est e ramo ovest; l’attuale linea 25 con collegamento della zona nord di Bologna, dai capilinea Gomito e Dozza, al capolinea situato all’interno del deposito Tper Due Madonne.

Gli interventi consentiranno di raggiungere un’estensione della rete di filovie pari a circa 125 km, lungo le direttrici nord, est e ovest della città, garantendo la connessione della stessa con le fermate ferroviarie presenti nel territorio.

Le nuove filoviarizzazioni saranno accompagnate da interventi di rifacimento della pavimentazione stradale, dei marciapiedi e dell’illuminazione pubblica e la realizzazione di nuovi tratti di corsie preferenziali, dotate di strumenti di telecontrollo contro i transiti abusivi. Inoltre il progetto “prevede l’acquisto di mezzi filoviari moderni e confortevoli, indispensabile per convertire la parte di flotta pubblica attualmente in esercizio ad alimentazione diesel (complessivamente 55 nuovi filobus)”.

Annunci

, , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: