Calzolari (Granarolo): “Il People mover non serve alla mobilità dei bolognesi o ai pendolari. Nasce come asset tra l’aeroporto e la stazione”

Intervista di Enrico Miele a Gianpiero Calzolari pubblicata mercoledì 14 settembre 2016 da la Repubblica – Bologna.
“Ma la città del cibo non può essere soltanto edonismo o sarà un boomerang”
«A Bologna c’è bisogno che un’opera venga pensata, progettata e poi realizzata a prescindere da chi è in giunta». Dalle finestre dell’ufficio del presidente di Granarolo, Gianpiero Calzolari, si nota il via vai di impiegati, i camion che esportano latticini per il mondo e il cantiere del nuovo auditorium del gruppo. A pochi chilometri di distanza, invece, la città litiga sul nuovo Passante, il “vecchio” People mover, gli esuberi in Fiera e il referendum. Tutte partite in cui anche il mondo delle coop ha un ruolo.
Quale giudizio dà dei primi 90 giorni del Merola bis?
«Il secondo mandato è positivo, perché si possono completare i progetti per la città. Sono stati fatti alcuni inserimenti in giunta, non li conosco tutti, quindi c’è un po’ di aspettativa rispetto ai nuovi assessori che dovranno mostrare sul campo il loro valore. Ora si tratta di portare in fondo alcuni progetti».
La neo assessora Irene Priolo ha messo nel mirino il People mover, definendolo «problematico». La sorprende?
«Il People mover non serve alla mobilità dei bolognesi o ai pendolari. Nasce come asset tra l’aeroporto e la stazione. Per la mobilità cittadina serve altro».
Cosa?
«Sul piano delle infrastrutture l’impatto del Passante autostradale sarà importante. Si è fatta una scelta molto coraggiosa. Ma abbiamo bisogno che un’opera venga pensata, progettata e realizzata a prescindere da chi è in giunta. Non possiamo immaginare che con l’avvicendamento delle responsabilità le opere vengano rimesse in discussione».
Una parte del Pd sembra insofferente verso il sistema coop. Teme la nascita di un partito anti-coop sotto le Due Torri?
«Non vedo le ragioni per cui qualcuno all’interno di una forza politica progressista, che ha l’ambizione di governare questo territorio, debba pensare di mettersi in contrasto con il sistema cooperativo. Se anche fosse, ce ne faremo una ragione: ne abbiamo avuti tanti di nemici, ne sono rimasti pochi, e noi siamo rimasti qui».
In queste ore è ripartita la trattativa sui 123 esuberi in Fiera. Lei condivide l’idea di esternalizzare alcuni servizi dell’expo?
«Ogni azienda ha bisogno di equilibri. C’è una situazione che va corretta, ma sono altrettanto convinto che noi siamo la città che ha sempre concluso le vertenze sindacali con degli accordi. E quindi alla fine di questa discussione, che potrà avere momenti difficili, col buonsenso di tutti l’accordo si troverà».
Domani alla Festa dell’Unità c’è il confronto tra Renzi e Smuraglia, per chi tifa?
«Io aderisco a un comitato per il Sì, le imprese hanno bisogno di semplificazione».
Farinetti ha slittato l’inaugurazione di Fico a ottobre 2017. Siamo a due anni di distanza dall’ipotesi iniziale di apertura. Ci sono intoppi?
«Non c’è nulla che non va, il progetto è di grande attualità e noi ci crediamo. A volte, però, prima di dare delle date, bisognerebbe contare fino a dieci e capire se sono praticabili».
Concluso il progetto, come si arriverà a Fico? Tram, navette, People mover, lei su cosa punta?
«Bisognerà battezzarne una. La più praticabile credo siano i nuovi bus acquistati da Tper, però in prospettiva servirà un collegamento strutturato».
Citi due mancanze di Bologna.
«La pulizia della città e poi una mobilità agevole e comprensibile. Non si può salire e scendere da troppi mezzi pubblici per raggiungere un luogo».
La “City of food”, da sola, basta a rilanciare la città?
«È stato fatto un ottimo lavoro sul Quadrilatero, ma se continuiamo a vivere Bologna solo in termini edonistici, potrebbe diventare un boomerang. Dobbiamo passare dalla città del cibo all’economia del cibo, facendo sistema tra imprese, università, eventi fieristici e iniziative educative, come Fico. Integrare pezzi diversi della nostra economia. E la politica dovrebbe ascoltare le idee degli imprenditori».
Annunci

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: