People mover più caro, opposizioni all’attacco. E i tassisti: «Meglio noi»

Articolo di Mauro Giordano pubblicato giovedì 15 settembre 2016 dal Corriere di Bologna.

People mover più caro, opposizioni all’attacco. E i tassisti: «Meglio noi»
 
Massimo Bugani (M5S): “Da anni sosteniamo che il prezzo del biglietto sarebbe cresciuto, ma ci sbeffeggiavano” 
Da un lato il costo del biglietto del People mover, lievitato da 7,5 a 8,5 euro ancora prima che la navetta tra stazione e aeroporto entri in funzione (per poi passare a 9 euro pochi mesi dopo). Dall’altro i partiti d’opposizione in Comune, schierati con un fuoco di fila bipartisan contro la novità resa pubblica dal Corriere di Bologna. Una notizia che fa tornare sulle barricate il comitato di cittadini da sempre schierato contro la monorotaia dalle vicende tecniche e giudiziarie infinite e che ringalluzzisce anche i taxisti, sicuri di essere a questo punto molto competitivi contro il People mover già in costruzione. Per Massimo Bugani e il Movimento 5 Stelle, che ieri ha organizzato alla stazione centrale un flash mob contro la navetta e il Passante di mezzo, si tratta di «un brutto colpo per i bolognesi, causato da un’opera assolutamente inutile e dalla tenuta economica traballante». Bugani rivendica di aver aspramente criticato il progetto dagli esordi e di «aver anticipato anni fa, quando il costo del viaggio veniva stimato a 6,75 euro, che ci sarebbero stati aumenti, ma tutti ci sbeffeggiavano». Con i lavori ormai in corso, il leader cittadino del M5S ripete come un mantra che «i binari del Servizio ferroviario metropolitano sono lì a testimoniare che la vera soluzione era un’altra». Picchia duro anche la leghista Lucia Borgonzoni, in linea con Bugani nel definire l’intero iter «un’assurdità che pagherà la collettività, a quel prezzo nessuno userà la navetta e rimarrà una cattedrale nel deserto». Dal centrodestra affonda anche il forzista Marco Lisei: «Che l’equilibrio economico-finanziario non fosse solido lo avevamo già denunciato». Da sinistra, invece, Federico Martelloni di Coalizione civica promette «un’interrogazione in consiglio comunale, si tratta di una follia che costerà tantissimi soldi». Manes Bernardini di Insieme Bologna parla di «un’opera ben pensata ma progettata male, qualcosa serve per avere un collegamento veloce, ma non così, a questo punto forse solo il prolungamento a Fico e Fiera può dare un senso e delle possibilità economiche al progetto». Tutti sposano l’ipotesi caldeggiata dal neoassessore alla Mobilità Irene Priolo, cioè garantire anche mezzi alternativi (come il bus) per il collegamento aeroporto-stazione: «Ma è poco informata — dice Bugani — perché negli accordi iniziali era previsto l’azzeramento degli altri mezzi». Il comitato No People mover parla di previsioni pessime «per un mezzo che può trasportare solo 35 passeggeri e non 50 come detto». I taxisti delle cooperative Cat e Cotabo invece, che garantiscono la tratta da piazza Medaglie d’Oro a via del Triumvirato a 14 euro di giorno (attorno ai 18 euro di notte con bagagli), rivendicano a questo punto di offrire un servizio più economico della navetta per viaggi con almeno 2 persone. «Andiamo a tassametro, tariffe fisse può idearle il Comune con noi — spiegano Riccardo Carboni di Cotabo e Saverio Pancaldi di Cat — ma il piano tariffario e i nostri turni di servizio sono fermi dal 2008. Chiediamo a Priolo di affrontare questo tema».
Annunci

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: