Bologna, l’assessore Priolo: “Il biglietto del People mover salirà da 7,5 a 9 euro”

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2016/09/22/news/people_mover_a_bologna_priolo_alza_le_mani_dai_biglietti_ai_vagoni_nulla_e_sicuro-148259229/

Bologna, l’assessore Priolo: “Il biglietto del People mover salirà da 7,5 a 9 euro”
 
E c’è già chi contesta le tariffe. “Si può mettere una quarta navetta”. Ma secondo i contratti è prevista per il 2049…
di Enrico Miele

BOLOGNA – Il biglietto, forse, costerà nove euro, il quarto vagone potrebbe entrare in funzione prima dei trent’anni previsti e l’introduzione di altri servizi stazione-aeroporto non è esclusa. Mancano due anni al taglio del nastro del People mover, ma a Palazzo d’Accursio sono già costretti a fare i conti coi futuri risultati della navetta veloce.

Le incognite sull’opera non mancano, almeno a leggere la replica dell’assessora Irene Priolo a Coalizione civica, che l’ha incalzata in question time. Si parte dalle valigie, che abbondano tra chi si reca al Marconi, col rischio, secondo l’opposizione, che sul People mover si viaggi come sardine: “I vagoni – rassicura Priolo – sono dotati di un vano bagagli per sfruttare al meglio lo spazio interno dei mezzi, pertanto la stima di quattro persone a metro quadrato è adeguata”. Se i passeggeri dovessero abbondare, ecco pronte altre carrozze: “Se le tre navette iniziali dovessero risultare insufficienti alla domanda di servizio, il sistema prevede la possibilità di inserimento di una quarta”. Quando? Secondo il contratto nel 2049, con l’infrastruttura che avrà già trent’anni di servizio sulle spalle. In realtà, il vagone extra “potrebbe entrare in funzione anche prima del 2049, anno in cui è stata ritenuta necessaria in base agli studi del traffico”. Studi che dal punto di vista temporale vanno al di là delle stesse previsioni dello scalo Marconi (il cui piano industriale si ferma al 2019).

Il prezzo d’esordio del biglietto resta ballerino. Il ticket, scrive ancora Priolo, “ha una base di partenza di 7,5 euro, con un aumento una tantum nel 2020 di 0,55 euro”. La somma farebbe 8,05 euro, ma c’è l’inflazione. Visto che la convenzione originaria risale al 2008, ci sono da includere dieci anni di rincari. Tradotto: “Nel secondo anno di esercizio, 2020, si prevede pertanto che possa avere un valore di circa 9 euro“. Dopo aver bollato in passato come “problematico” il cantiere del People mover, l’assessora non chiude la porta ad altri servizi di collegamento: “Al momento l’amministrazione non sta vagliando l’ipotesi di affiancare al People mover altri mezzi pubblici”, ma, precisa, è “nel nostro interesse la risoluzione di eventuali, future, carenze di mobilità che dovessero presentarsi, valutando in questo caso se mettere in campo altri servizi che non siano direttamente concorrenziali”.

Repliche che non convincono la consigliera di Coalizione civica Emily Clancy, che torna all’attacco: “Nelle risposte di Priolo ci sono un sacco di punti che stonano. L’assessora parla di calcoli sui flussi di passeggeri fatti sul prezzo originario del biglietto, non certo a 9 euro. Con questi rincari i viaggiatori preferiranno i taxi. E poi nei vagoni, visto che lo spazio per le valigie è piccolo, non ci entreranno le 50 persone previste: è questo il vero motivo del rincaro”.

Annunci

, , , , , , , , , , , , , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: